Sant’Agata Li Battiati, trio di ragazzi terribili finisce in comunità

Il terzetto era specializzato nel furto di motocicli che rubavano senza sosta ricettandone i componenti

I carabinieri della stazione di Sant’Agata Li Battiati, in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dal Gip del Tribunale di minorenni di Catania hanno collocato tre minorenni, dei quali due sedicenni e un quindicenne, in tre diverse comunità della provincia etnea.

Il trio si era reso responsabile di furto aggravato, ricettazione e riciclaggio in molteplici raid delinquenziali effettuati tra dicembre 2019 e marzo 2020.

In particolare il terzetto aveva focalizzato la propria “attività” nel comune di Sant’Agata Li Battiati e zone limitrofe, diventando nel breve volgere di qualche mese una vera e propria spina nel fianco per i possessori di motocicli che rubavano senza sosta ricettandone i componenti.

Gli elementi raccolti durante le attività d’indagine svolta dall’Arma di Sant’Agata Li Battiati sono stati quindi compendiate all’autorità giudiziaria, che ne ha condiviso gli elementi di colpevolezza con l’emissione del provvedimento.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo