Nascondeva la cocaina nei bermuda: in manette

Lo avevano adocchiato da tempo i militari che, infatti, avevano attivato una discreta sorveglianza per cogliere il momento propizio per prenderlo con le mani nel sacco

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza il 24enne Salvatore Famà di Gravina di Catania, poiché ritenuto responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Lo avevano adocchiato da tempo i militari che, infatti, avevano attivato una discreta sorveglianza per cogliere il momento propizio per prenderlo con le mani nel sacco, attività questa resa però ancor più difficoltosa dal sito ove l’interessato svolgeva la sua attività di pusher, via Cesare Abba, una piccola stradina nei pressi di piazza Palestro al “Fortino”.

La loro attesa non è durata poi tanto perché, dopo circa mezz’ora, hanno individuato l’uomo che si apprestava a suonare il citofono di un’abitazione ubicata al piano terra.

Quest’ultimo, però, si tutelava continuamente guardando con circospezione la zona e notando la loro autovettura nonostante la distanza, pertanto, si allontanava a testa bassa nella speranza di guadagnarsi la fuga che, però, veniva interrotta dai militari dopo un breve inseguimento a piedi.

L’uomo veniva bloccato proprio al “Fortino” e, perquisito, veniva trovato in possesso di una pochette contenente 9 dosi di cocaina, ricerca che veniva poi estesa anche alla sua abitazione di Gravina di Catania nella quale i carabinieri hanno rinvenuto anche il bilancino di precisione utilizzato per il confezionamento delle dosi per la vendita al minuto della droga.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo