Il cartone animato di Caggiulino Sicanium nella città di Catania

In questa nuova avventura, il simpatico Caggiulino Sicanium andrà alla scoperta di Catania, iniziando il suo viaggio scoprendo l'Etna, il vulcano più alto attivo della placca euroasiatica, dichiarato dall'Unesco nel 2013 Patrimonio dell'umanità

La bellissima città di Catania è lo scenario del nono episodio del cartone animato made in Sicily di Caggiulino Sicanium, realizzato all’interno delle iniziative di marketing innovativo territoriale realizzate dalla PMI innovativa Informatica Srls di Trapani.

In questa nuova avventura, il simpatico Caggiulino Sicanium andrà alla scoperta di Catania, iniziando il suo viaggio scoprendo l’Etna, il vulcano più alto attivo della placca euroasiatica, dichiarato dall’Unesco nel 2013 Patrimonio dell’umanità.

Caggiulino nell’episodio ci racconta anche del terribile terremoto che devastó Catania nel 1693 e come da quel terremoto, grazia all’intervento dell’architetto Vaccarini, la città etnea si sia rivestita di una veste nuova e barocca.

Il cambio di scena è accompagnato dai versi della siciliana Federica Oddo, omaggio a Catania e alla sua bellezza: “Distesa, abbracciata al mare che la conforta e custodita dall’alto del suo soglio da lampanti faville di fuoco, Catania, tra i suoi mercati, le sue voci, i suoi odori e sue artistiche vie, rallegra il visitatore che qui vi giunge. Sant’Agata la osserva , la scruta e la custodisce nella sua dorata veste, u Liotru, nero di fuoco e lapilli, la rappresenta nella sua indole più selvaggia. Catania, terra di artisti e di poeti, Catania terra di fuoco e di mare.

Caggiulino si sposta verso la fontana dell’Elefante, u Liotru, che magicamente prende vita e che inizia a dialogare con l’amabile cagnetto Sicanium. L’Elefantino, U Liotru per gli amici, come tiene a specificare, racconta a Caggiulino di Sant’Agata, patrona della città, del suo coraggio e della sua perseveranza nel difendere la propria fede.

Racconta anche dei festeggiamenti in onore della Vergine e della lunga e maestosa processione che dura quasi 24 ore. U Liotru, racconta anche che non a caso il suo sguardo è diretto verso il Duomo di Catania, a dimostrazione del fatto che Sant’Agata è, a tutti gli effetti, nel cuore di tutti i Catanesi.

Un incontro magico e ricco di fascino e cultura. Il cartone animato realizzato da Angelo Cucina, Gioele Gargano, Federica Oddo e Demetrio Antonio Cavara con il supporto dell’informatico catanese Diego Sinitò, dopo aver valorizzato anche Trapani, Agrigento, Palermo, Erice, Ragusa, Enna, Siracusa e Messina procede alla scoperta della trinacria dando ulteriori spunti per vivere l’estate 2020 fra sicurezza e incanto nel territorio siciliano.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo