Primo giorno di scuola all’Istituto Comprensivo di Santa Venerina

Arrivati stamani anche i nuovi banchi monoposto e le sedie

Anche all’Istituto Comprensivo di Santa Venerina stamani è suonata la prima campanella. Un anno scolastico che parte inevitabilmente all’insegna del rispetto delle norme anti Covid-19, con l’uso delle mascherine e con il rispetto del distanziamento fisico. A dare il benvenuto agli alunni delle classi della scuola secondaria di primo grado (ex scuola media), posizionati con ordine nel cortile, è stata la dirigente scolastica Mariangiola Garraffo, che ha spiegato in breve i punti significativi delle nuove norme per la sicurezza ed ha auspicato una collaborazione tra alunni, genitori ed operatori della scuola. “Quest’anno siamo molto emozionati – dichiara la dirigente scolastica – Questo primo giorno di scuola sembra davvero il primo giorno di scuola in assoluto. Abbiamo lavorato tantissimo in questi mesi, non ci siamo mai fermati per poter garantire un’apertura nel rispetto delle norme anti Covid-19. Abbiamo fatto firmare un patto di corresponsabilità, che impegna insieme le famiglie e la scuola nel rispetto di alcune prescrizioni fondamentali per l’inizio e la prosecuzione delle nostre attività didattiche. Rivolgiamo un appello ai genitori, a tutti gli operatori della scuola, ai bambini, affinché tutti rispettino queste norme. Iniziamo questo nuovo anno – prosegue Mariangiola Garraffo – con grande carica però siamo anche provati perché è stato un periodo molto difficile. Ringraziamo per la collaborazione l’amministrazione comunale per averci aiutato nella sanificazione e nell’aggiustamento dei plessi. E ringraziamo anche i collaboratori scolastici, cui va veramente un plauso perché hanno fatto degli sforzi immani. La comunità tutta si è mossa. E devo dire che sono molta contenta anche perché c’è un grande clima di collaborazione e serenità con i rappresentanti dei genitori. Speriamo di continuare così”. Ad augurare un buon anno scolastico ad alunni e personale scolastico anche l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Santa Venerina, Alfio Di Paola. “E’ un giorno importante perché è stato un periodo molto difficile dove bisognava capire come organizzarsi bene – dice l’assessore Di Paola -. Lo abbiamo fatto in collaborazione con la dirigente scolastica Mariangiola Garraffo. Stiamo cercando di mettere a punto il percorso dei pulmini, chiaramente con nuove normative e attenzioni, come ci impone la legge. Speriamo di essere pronti per il 5 ottobre. Voglio rivolgere un augurio particolare per questo difficile anno scolastico ai bambini, che hanno bisogno di riprendere una vita normale, ma anche ai genitori e agli operatori della scuola”. 

Stamani è stato consegnato anche un carico di nuovi banchi monoposto e di sedie per gli alunni dal Ministero dell’Istruzione. “Forse siamo tra le prime scuole della provincia ad aver già ricevuto i banchi e le sedie – spiega ancora la dirigente scolastica -. La settimana scorsa ne abbiamo ricevuti 280. Ieri abbiamo avuto un’altra importante consegna, sempre di arredi scolastici nuovi, i famosi tavoli a fiore del progetto L’Ora di Lezione non Basta. Il plesso di Dagala del Re è stato completato anche con gli arredi nuovi e con altri banchi trapezoidali, nell’ottica della scuola senza zaino. Li abbiamo già sistemati anche nel plesso di Bongiardo. E adesso questi banchi del Ministero saranno utili in questa fase per il distanziamento ma poi noi li rimetteremo insieme perché la nostra scuola lavora molto nell’ottica della condivisione, dell’ospitalità, della responsabilità. Quindi ci teniamo che anche gli arredi possano spingere verso questa modalità nuova di fare scuola”.  


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo