Butta la droga dal finestrino dell’auto durante la fuga: pusher in manette

La droga, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato circa 100mila euro

La disposizione del Questore Mario Della Cioppa, prosegue con la capillare presenza delle pattuglie della Polizia di Stato nel capoluogo etneo, impegnate nel controllo del territorio finalizzato alla prevenzione del crimine diffuso; questa a permesso ai poliziotti delle Volanti, attenti a qualsiasi movimento che non li convince e grazie al fiuto investigativo, di assicurare alla giustizia, nella giornata di ieri, il catanese  Sebastian Kevin Rao (classe 2000) per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a P.U.

In particolare, alle ore 11:30 un equipaggio, in transito sulla tangenziale ovest, notava un’autovettura Fiat Panda che procedeva a velocità sostenuta effettuando manovre azzardate. Gli operatori, pertanto, intimavano al guidatore di accostare per procedere a un controllo di Polizia ma questi, per tutta risposta, accelerava la marcia e veniva bloccato soltanto a seguito di un pericoloso inseguimento a folle velocità che si protraeva per alcuni kilometri.

Durante le fasi della fuga gli agenti notavano che l’individuo aveva gettato dal finestrino una busta di plastica di colore bianco; pertanto, sul posto sopraggiungeva personale dell’Anas e della Polizia Stradale, il quale per ragioni connesse alla sicurezza del traffico veicolare e degli operatori di polizia impegnati nella ricerca di un pacco sospetto, rallentava il traffico della tangenziale consentendo ai poliziotti di ispezionare la zona oggetto di interesse.

Dopo una lunga attività di ricerca, grazie al fiuto dei cani antidroga App e Maui, in forza alla Squadra Cinofili dell’Upgsp, veniva rinvenuta all’interno dell’aiuola spartitraffico una busta contenente un panetto di sostanza stupefacente del tipo cocaina del peso lordo di 1.086 grammi.

Alla luce di quanto accertato Rao veniva tratto in arresto e, su disposizione del Pm di turno, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio di convalida.

I poliziotti delle Volanti grazie al loro intuito hanno inflitto un duro colpo e un freno alla criminalità dedita allo spaccio di stupefacenti, consentendo di bloccare l’immissione sul mercato dello stupefacente e l’attività di spaccio conseguente per un controvalore di circa 100mila euro.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo