Misure anti covid. Nuova ordinanza di Musumeci prevista per oggi, ma il Governo nazionale pensa a una linea dura

"Conterrà limitazioni in alcuni settori,  come gli istituti scolastici e il sistema dei trasporti, ma senza colpire le attività economiche", annuncia Musumeci

“Dovendo incidere su settori rilevanti nella vita quotidiana delle persone, ritengo importante valutare con estrema attenzione i provvedimenti da inserire nella nuova ordinanza per limitare il diffondersi del contagio in Sicilia”. Ecco perché, dopo una giornata intensa di confronto tra il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e gli esperti del Comitato tecnico scientifico, con l’assessore alla Salute, il governatore ieri si è preso 24 ore di tempo prima di adottare il nuovo provvedimento.

“Conterrà limitazioni in alcuni settori,  come gli istituti scolastici e il sistema dei trasporti, ma senza colpire le attività economiche”, annuncia Musumeci, che oggi sentirà nuovamente il ministro della Salute per un ulteriore momento di condivisione delle proposte, in uno spirito di leale collaborazione tra Stato e Regione.

È solo che però nel frattempo il Governo nazionale si sta muovendo verso un simil lockdown, anche se gli scontri della notte a Napoli potrebbero rimettere tutto in gioco. Il premier Conte non vuole che si usi questa parola, ma di fatto da Roma si lavora sul coprifuoco a livello nazionale (alle 22 o alle 23), la chiusura di palestre e piscine e sui centri commerciali nel fine settimana, didattica a distanza per le superiori (50%) e la possibilità che venga imposto un limite agli spostamenti tra regioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo