Tenta di rubare una macchina, fugge e si fa trovare a casa in pigiama, ma con le mani sporche di grasso. Arrestato

Durante la notte, una pattuglia ha notato due persone intente ad “armeggiare” su una Fiat Punto

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del comando provinciale di Catania hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 32enne, ritenuto responsabile di evasione, furto aggravato e ricettazione in concorso.

Durante la notte, una pattuglia del Nucleo Radiomobile, nel corso di un normale servizio perlustrativo, ha notato due persone intente ad “armeggiare” su una Fiat Punto. Quando i Carabinieri si sono avvicinati, i due si sono dati alla fuga a piedi, tuttavia i militari erano già riusciti a riconoscerne uno, tra l’altro sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. I militari hanno quindi ispezionato l’autovettura che i due stavano tentando di rubare, nonché la macchina usata da questi, rinvenendo un telefono cellulare, poi risultato di proprietà del ladro riconosciuto, nonché due centraline elettroniche di altre due autovetture. I militari, quindi, sono subito andati a casa dell’uomo, trovandolo in pigiama, ma con le mani sporche di grasso e con la tuta utilizzata per il tentato furto, ancora appoggiata sul tavolo.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato relegato nella propria abitazione agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo