Bronte, via a progetti utili per chi percepisce il reddito di cittadinanza

I Puc, infatti, prevedono la possibilità di coinvolgere i beneficiari del Reddito di Cittadinanza per svolgere Progetti Utili alla collettività (Puc) nel Comune per almeno 8 ore settimanali, ma che posso diventare anche 16

“La nostra città fra le prime ad approvare i Puc, ovvero i “Progetti Utili alla collettività”.
E’ quanto hanno dichiarato con soddisfazione il sindaco, Pino Firrarello ed il vice sindaco Antonio Leanza alla fine della Giunta municipale che ha approvato il provvedimento, secondo la disciplina del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.
I Puc, infatti, prevedono la possibilità di coinvolgere i beneficiari del Reddito di Cittadinanza per svolgere Progetti Utili alla collettività (Puc) nel Comune per almeno 8 ore settimanali, ma che posso diventare anche 16.
“I progetti di utilità sociale – afferma il sindaco – possono essere attuati anche in collaborazione con le associazioni, le scuole e il terzo settore che, dopo la pubblicazione dell’avviso da parte del Comune, possono presentare progetti in diversi ambiti: ambientale, sociale, culturale, tutela beni comuni, artistico e formazione”.

“In questo senso, visto la possibilità di potere coinvolgere il terzo settore e il no profit – conclude Leanza – i Puc danno forma ed espressione al concetto di cittadinanza attiva in quanto nella individuazione dei progetti a favore della collettività questi soggetti potranno presentarli guardando ai bisogni e alle esigenze della comunità. Per i percettori del Rdc oltre ad un obbligo rappresenta un’occasione di inclusione e crescita. Infatti saranno impiegati, in maniera complementare rispetto alle attività ordinariamente svolte dal Comune, per dare un utilissimo supporto su tanti settori come ad esempio la gestione del verde pubblico, la manutenzione ordinaria, l’attività di decoro del territorio, la tutela dei nostri beni comuni che negli anni passati per carenza di vigilanza sono stati oggetto di fenomeni di vandalismo, la salvaguardia ambientale, la sensibilizzazione al rispetto della raccolta differenziata, assistenza a favore di anziani e di soggetti più deboli e tanto altro”.
E l’assessore Marco Samperi è pronto ad utilizzare i Puc nell’ottica del mantenimento della qualita della vita: “Da sud a nord verranno valorizzate tutte le aree verdi dimenticate in questi 5 anni”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo