In tendenza

Accordo di cooperazione tra Scuola Superiore di Catania e l’École normale supérieure di Parigi

La Scuola Superiore di Catania e l’École normale supérieure firmeranno un accordo fra istituzioni per sostenere la cooperazione nel campo della ricerca e dell’insegnamento e per incoraggiare progetti artistici e culturali di reciproco interesse

Catania e Parigi sempre più vicine, in nome dell’alta formazione. Lunedì 23 maggio alle 11, nella sede di Villa San Saverio (via Valdisavoia 9), la Scuola Superiore di Catania e l’École normale supérieure firmeranno un accordo fra istituzioni per sostenere la cooperazione nel campo della ricerca e dell’insegnamento e per incoraggiare progetti artistici e culturali di reciproco interesse, anche attraverso il coinvolgimento dei rispettivi docenti, ricercatori, allievi, assegnisti e personale tecnico ed amministrativo.

L’École normale supérieure di Parigi è un ente di insegnamento superiore francese, costituito al fine di formare la classe docente e quella dirigente del Paese. L’istituto fa parte delle cosiddette grandes écoles francesi, sotto la tutela del ministero dell’educazione nazionale. Tra i suoi ex alunni compaiono 14 premi Nobel, di cui 8 per la fisica, 12 medaglie Fields, nonché più di metà dei destinatari della medaglia d’oro del CNRS (il Cnr francese).
Istituita nel 1794, in piena Rivoluzione francese, per formare i docenti, l’École venne rifondata da Napoleone nel 1808 su basi più rigide, indirizzandosi progressivamente verso la formazione delle classi dirigenti del Paese e la ricerca scientifica.

Interverranno all’incontro, il presidente della Scuola Superiore di Catania, Daniele Malfitana, il rettore Francesco Priolo (che ha sottoscritto l’accordo quadro insieme con il direttore della Scuola francese Frederic Worms), e in rappresentanza dell’Ens i professori Martine Bismut (referente italiano dell’École), Cedric Guillerme (direttore delle Relazioni internazionali), Pierre Briole. A seguire gli allievi della Scuola Superiore di Catania Isabella Daniele e Matteo Bontorno, l’astrofisico Federico Mogavero, già allievo della Ssc e dell’Esn.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo