In tendenza

Aci Catena, è partita ufficialmente la campagna elettorale di Giuseppe Aleo, candidato sindaco

“Sogniamo un’Aci Catena nuova”

È partita ufficialmente dalla frazione di Aci San Filippo, stamane, la campagna elettorale di Giuseppe Aleo, candidato sindaco di Aci Catena. Davanti ad un pubblico variegato di sostenitori, amici e simpatizzanti, Aleo ha presentato il proprio progetto politico, spiegando i motivi che lo hanno spinto a candidarsi. “Partiamo da Aci San Filippo perché geograficamente è centrale. Ma noi guardiamo all’intera città di Aci Catena, senza tralasciare le frazioni – ha spiegato Aleo – Crediamo che Aci Catena possa cambiare, che un vento nuovo possa soffiare su questa città. Purtroppo, da anni sono sempre i soliti volti noti a governare. Non abbiamo bisogno di una sindaca, abbiamo bisogno di una persona, donna o uomo che sia, che faccia il sindaco. Non bisogna sfruttare il genere perché oggi fa tendenza, dobbiamo parlare di programmi, di persone perbene, di persone preparate. Noi ci crediamo. Siamo 48 ragazzi, giovani donne e uomini, che vogliono mettere la propria preparazione al servizio della città. Sogniamo un’Aci Catena nuova, che possa generare sviluppo ed economia, dove i ragazzi possano costruirsi un futuro senza essere costretti ad andare via”. Al fianco di Giuseppe Aleo, Lorena Liuzzo, Chiara Milazzo e Angela Marano, candidate al consigli0 comunale nelle liste civiche ‘Se puoi sognarlo puoi farlo’, ‘Città domani’ e ‘Allenza per Aci Catena’. “Lorena Liuzzo, Chiara Milazzo e Angela Marano sono tre donne tutte sotto i 35 anni, che hanno voglia di mettersi al lavoro per Aci Catena – ha detto il candidato sindaco – Non siamo solo giovani, tutti noi abbiamo esperienza amministrativa alle nostre spalle. Siamo stati nella pubblica amministrazione e abbiamo capito dall’interno come funziona. E poi abbiamo al nostro fianco persone di esperienza. Abbiamo scelto una squadra che rappresentasse tutti i settori. Approfitto di questo momento per ringraziare gli oltre 900 firmatari delle liste civiche. Sono cittadini che liberamente hanno scelto di sostenerci ed io li ringrazio di cuore”. Giuseppe Aleo ha poi illustrato alcuni punti fondamentali del suo programma, a partire dal rilancio dell’economia locale e dei servizi. “Il nostro non è un programma dei sogni irrealizzabili – ha spiegato – Lo abbiamo costruito con persone competenti, settore per settore, facendo uno studio di fattibilità. Ci siamo resi conto, per esempio, che ad Aci Catena un’area artigianale, di cui si parla da trent’anni, si può realizzare senza cementificare ulteriormente. Ad Aci Catena avevamo un fiore all’occhiello, la Dacca, che ha dato lavoro ed economia. Oggi è chiusa. Perché non può diventare un’area artigianale per i nostri ragazzi che vogliono aprire un’attività? E l’ex macello, abbandonato a sé stesso, perché non può diventare un mercato coperto per ospitare tutti gli operatori commerciali ambulanti? Possiamo regolarizzarli e dargli un luogo dove poter lavorare. Perché chi sta sulla strada a vendere frutta, pesce o altro, non è vero che vuole rubare il lavoro a qualcun altro o non vuole pagare le tasse. Vuole solo lavorare. Se i comuni non gli offrono opportunità, è chiaro che la delinquenza trova terreno fertile. E poi vogliamo migliorare i servizi, dai trasporti alla pulizia. Chi paga deve poter usufruire di servizi efficienti”. Il candidato sindaco ha poi sottolineato l’importanza di scegliere il sindaco e la possibilità di esprimere il voto disgiunto. “Stanno facendo cattiva informazione – ha spiegato Giuseppe Aleo – Non è vero che non si può votare un consigliere comunale ed un sindaco di coalizioni diverse. Non è vero che il voto sarebbe nullo. Potete scegliere il vostro sindaco e votare qualsiasi consigliere comunale candidato in qualsiasi lista e coalizione”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo