In tendenza

Acireale, fermato perchè senza casco, nascondeva droga in casa e nello scooter. Arrestato

Complessivamente, sono stati sequestrati 2 grammi circa di cocaina; 1 grammo circa di crack; 4 grammi circa di marijuana

Nella serata di sabato 27 novembre scorso, intorno alle 17, personale della Squadra Investigativa del commissariato di Acireale, nell’ambito dell’ordinario servizio di pattuglia predisposto quotidianamente per la prevenzione e repressione dei reati in genere, ha arrestato in flagranza di reato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, C. G., classe 1968, residente ad Aci Catena, pregiudicato.

In particolare, agenti del commissariato di Acireale, a bordo di un’auto civetta, giunti in via Jacopone da Todi, si sono visti sorpassare a forte velocità da un uomo senza casco, a bordo di uno scooter Honda SH.

Avendo destato sospetto negli agenti, questi ultimi hanno deciso di porsi all’inseguimento del motoveicolo, riuscendo a bloccarlo in piazza San Biagio; l’uomo, che ha evidenziato immediatamente un certo nervosismo, è stato identificato per il cinquantatreenne pregiudicato.

Le circostanze hanno portato i poliziotti a perquisire il fermato, attività che ha consentito di rinvenire 4 involucri in cellophane trasparente termosaldati contenenti cocaina, 4 involucri di carta stagnola con all’interno crack e numerose banconote e monete di vario taglio per un ammontare considerevole.

Per queste ragioni il personale operante ha deciso di estendere la perquisizione anche al domicilio di C.G., ad Aci Catena, rinvenendo, ancora, 3 involucri contenenti cocaina, 2 buste di marijuana, 1 bilancino elettronico di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Complessivamente, sono stati sequestrati 2 grammi circa di cocaina; 1 grammo circa di crack; 4 grammi circa di marijuana.

Pertanto, l’uomo è stato tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, quindi, su disposizione del Pm di turno, l’indagato è stato condotto nella propria abitazione per rimanervi ristretto in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo durante il quale il Giudice ha convalidato l’arresto ed emesso la misura cautelare degli arresti domiciliari, cosicché C.G. è rimasto nella propria abitazione a disposizione dell’autorità giudiziaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo