In tendenza

Adrano, evade dai domiciliari e viene sorpreso dalla Polizia con gli “attrezzi” per forzare gli sportelli delle auto: denunciato

In pieno periodo di competizione elettorale per la scelta del nuovo sindaco della città, l’uomo è stato sorpreso fuori dal proprio domicilio, senza che riuscisse a fornire alcuna giustificazione valida

Immagine generica di repertorio

La squadra Volante del commissariato di Adrano ha denunciato per evasione un venticinquenne, residente ad Adrano, che annovera diversi precedenti penali e di polizia.

L’uomo è attualmente rinchiuso nella propria abitazione in regime di detenzione domiciliare e sottoposto, tra l’altro, alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con l’obbligo di soggiorno.

Nel corso della notte tra domenica e lunedì, in pieno periodo di competizione elettorale per la scelta del nuovo sindaco della città, l’uomo è stato sorpreso in via Cipollone, fuori dal proprio domicilio, senza che riuscisse a fornire alcuna giustificazione valida circa la sua presenza in quel luogo.

Insospettiti da tale circostanza, gli agenti di polizia hanno proceduto alla sua immediata perquisizione sul posto rinvenendo, all’interno della tasca sinistra dei pantaloni, tre grimaldelli, strumenti che solitamente vengono utilizzati per forzare gli sportelli delle auto in sosta.

Visti i suoi precedenti per reati contro il patrimonio, il giovane è stato denunciato all’autorità giudiziaria per possesso ingiustificato di grimaldelli, per il quale è prevista la pena dell’arresto da sei mesi a due anni.

Per il reato di evasione, invece, il Codice commina la pena della reclusione da uno a tre anni.

I grimaldelli sono stati sequestrati e posti anch’essi a disposizione dell’autorità giudiziaria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo