In tendenza

Altra vittoria per il Planet Strano Light che vale il terzo posto

“Felice per la vittoria in questo scontro diretto per l’alta classifica – ha commentato capitan Graziella Lo Re -. Abbiamo dato la prova di essere un gruppo e di vincere da gruppo"

La Planet Strano Light centra il poker di vittorie stagionali e scala la classifica di B2 girone P sino in terza posizione a quota 12. Si piazza alle spalle delle “corazzate” Gesan Marsala e Caffè Trinca Palermo grazie a un entusiasmante 3-1 su Nigithor S.Stefano di Camastra.

E lo fa con una condotta di gara “in fotocopia” dell’ultima disputata in casa con La Saracena: avversarie senza scampo, dopo lo 0-1 iniziale, e quarto 3-1 di fila in quest’annata che adesso si prospetta di un certo valore. Coach Andaloro rinuncia in avvio a Leone preferendole Miuccio. Le ospiti piazzano un break (0-4) che viene ingigantito nel corso del primo set sino a un +8, nel segno dell’ex Giuffrida, Pagano e Barletta, che è la base per il vantaggio a fine parziale su una Planet che, con Guastella, Musumeci e Giulia Ruggieri (un punto) pronte a subentrare, fa vedere qualche cenno di reazione con gli acuti di Milazzo ma non va oltre.

Al cambio campo Leone entra su Conti e Musumeci su Milazzo. Nigithor va di nuovo avanti (0-3) ma commette diversi errori in battuta e in attacco galvanizzando la Planet che rimette la sfida in parità (6-6) e prende il sopravvento, in particolare con Miuccio che si esalta a muro, in ace e in schiacciata con la solita bordata destra. La ricezione, con Vera Davì e Lo Re sugli scudi, inizia a carburare. Musumeci realizza due ace, doppia realizzazione di capitan Lo Re e muro di Cherepova mandano in archivio la pratica con largo anticipo.

Più combattuto il terzo set. La Planet, dove intanto è staffetta Conti-Leone al centro, capisce che è capace di compiere l’impresa-rimonta quando va sotto per 2-7 e a metà tempo, sotto di 4, trascina la sfida punto a punto. Il rientro di Milazzo è tra i momenti decisivi per condurla in pari (16-16) e per ribaltarla con due ace di fila. Barletta risponde ma un diagonale telecomandato di Musumeci consente alla Planet di andare sempre sopra col minimo vantaggio. A chiuderla, ai vantaggi, una superlativa Barone e Musumeci col punto decisivo.

Nigithor ci prova al quarto (1-5) nel segno ancora di Barletta. Ma la Planet ha nella reazione concreta l’arma in più. Pareggia e va avanti con ace di Musumeci e Giulia Miuccio in formato maxi. Ace di Lo Re per un allungo (13-10), tripla Cherepova nel momento decisivo (20-12). Di Musumeci il punto che chiude la contesa.

“Felice per la vittoria in questo scontro diretto per l’alta classifica – ha commentato capitan Graziella Lo Re -. Abbiamo dato la prova di essere un gruppo e di vincere da gruppo. Il ko al primo set ci poteva stare: eravamo in fase di studio dell’avversario, a cui vanno i nostri complimenti, e quando vengono a mancare i fondamentali non sempre riescono positivamente certi episodi. Dal secondo set, dove abbiamo offerto una prestazione da dominio, abbiamo dimostrato il nostro valore. Se continueremo a lavorare così potremo toglierci sicuramente soddisfazioni”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo