In tendenza

Barbagallo: “preoccupazione per il teatro Stabile di Catania” dopo l’ennesima assemblea dei soci andata deserta

L'assemblea è chiamata a nominare il nuovo consiglio di amministrazione

Il Partito Democratico manifesta preoccupazione per il destino del Teatro Stabile di Catania. Ancora una volta qualche giorno fa, infatti, è andata deserta l’assemblea dei soci che dovrebbe procedere alla nomina di un nuovo consiglio di amministrazione. Assenti in particolare i soci più autorevoli, Comune di Catania e Regione.

Anni fa con la nomina di Giorgio Pace, l’approvazione del fondo salva teatri e un Cda di spessore che ha risanato le casse dello Stabile catanese – afferma il deputato e segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo – si è avviato un percorso fruttuoso. Adesso, invece, questo continuo tentennamento all’interno dell’assemblea dei soci, desta molta preoccupazione. Serve infatti un nuovo Cda di spessore per l’istituzione culturale più prestigiosa del Mezzogiorno. Siamo sgomenti di fronte a questo balletto del Centrodestra, che non può considerare lo Stabile catanese come un poltronificio”.

Il Pd si dichiara disponibile ad avviare da subito un confronto con gli enti preposti alle nomine e le parti sociali, anche nelle commissioni parlamentari competenti, “al fine di giungere a nomine autorevoli – conclude Barbagallo – e non assistere ancora a questo inutile melina del Centrodestra che danneggia lo Stabile di Catania”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo