In tendenza

Belpasso, Festa del Patrocinio di Santa Lucia: la preghiera per essere liberati dalla pandemia

Le celebrazioni del patrocinio di Santa Lucia sono stati organizzate dal Comitato dei festeggiamenti di Santa Lucia

A distanza di 78 anni da quando, alla fine del secondo conflitto mondiale, un carro armato tedesco si inceppò all’ingresso del paese, permettendo agli inglesi di entrare a Belpasso senza scontri a fuoco, Belpasso chiede l’intercessione della Santa Patrona, Santa Lucia, per essere liberati dalla pandemia da Covid-19 che, così come la guerra, ha portato morte, dolore, sofferenza, crisi economica. A farsi portavoce della preghiera dei belpassesi è il nuovo parroco della chiesa Madre, don Nunzio Chirieleison, guida delle parrocchie Maria SS. Immacolata e S. Antonio Abate.

“Sono stati giorni – spiega Padre Chirieleison – in cui Belpasso onora Santa Lucia con segni di fede, di devozione, d’amore, come l’adorazione eucaristica per stare a tu per Tu con Gesù Cristo”. La festa del patrocinio ha assunto così il colore della speranza, nonostante l’attenzione alle ancora necessarie prescrizioni per evitare i contagi da Covid-19.

“Insieme al Comitato dei festeggiamenti – ha detto il parroco – alla Fondazione dei Carri di Santa Lucia, all’amministrazione comunale, vogliamo augurare a tutta la città di Belpasso di essere sì prudente, ma di avere, anche attingendo dalla fede e alla testimonianza della martire Lucia, quel desiderio di ripartire con tanta prudenza ma anche con generosità, guardando ad un futuro prospero, affinché al più presto possiamo essere liberati da questa pandemia. Preghiamo – ha concluso il sacerdote – perché ognuno possa ritornare alle proprie abitudini, risperimentando la serenità e la pace nelle nostre comunità, nella nostra città, nei cuori di ciascuno di noi. Che Santa Lucia benedica ogni nostro desiderio di pace e di speranza”.

Le celebrazioni del patrocinio di Santa Lucia sono stati organizzate dal Comitato dei festeggiamenti di Santa Lucia. Gli eventi folkloristici legati alla tradizionale Spaccata dei carri di Santa Lucia sono stati organizzati dalla “Fondazione Carri di S. Lucia”, con il patrocinio del Comune di Belpasso, dell’Assemblea regionale siciliana, dell’assessorato regionale allo Sport Turismo e Spettacolo. Le celebrazioni, come da tradizione, si sono concluse con la Solenne celebrazione eucaristica e con il commosso saluto alla martire siracusana, tra i fazzoletti bianchi sventolanti dei devoti con le cappe bianche del Circolo cittadino di S. Lucia, che hanno accompagnato e riposto lo storico simulacro belpassese nella cameretta all’interno della chiesa Madre.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo