In tendenza

Belpasso, in carcere esponente del gruppo “Navarria”. Riconosciuto parte attiva di una estorsione

Ritenuto colpevole in secondo grado dai giudici d’Appello, dovrà scontare la pena definitiva comminatagli equivalente a 6 anni e 2 mesi di reclusione

I carabinieri della stazione di Belpasso hanno arrestato il 59enne catanese Antonino Bonaccorsi, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania.

L’uomo, il 20 novembre 2015, fu sottoposto a fermo di indiziato di delitto nell’ambito dell’operazione “Araba Fenice” condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale di Catania, poiché indagato con altri soggetti del reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso, perpetrato in danno di una ditta di Belpasso, per conto del gruppo mafioso dei “Navarria”, considerato articolazione della famiglia catanese “Santapaola-Ercolano”.

Ritenuto colpevole in secondo grado dai giudici d’Appello, dovrà scontare la pena definitiva comminatagli equivalente a 6 anni e 2 mesi di reclusione.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Bicocca.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo