In tendenza

Bimba uccisa: insulti sui profili social, ma non è la madre…

In pochissimi giorni il profilo di Martina Patti, quella che nulla ha a che fare la tragedia avvenuta in provincia di Catania, sia su Facebook sia su Istagram, è stato preso d’assalto con improperi di ogni tipo, tanto che la ragazza, coetanea dell’altra, ha dovuto presentare una denuncia alla polizia

Insulti sui social per Martina Patti, mamma di una bimba di tre anni dal nome Elena. Social scatenati e improvvisi problemi da risolvere per una mamma catanese, omonima della donna che martedì scorso a Mascalucia, nel Catanese, ha assassinato con sette coltellate sua figlia.

In pochissimi giorni il profilo di Martina Patti, quella che nulla ha a che fare la tragedia avvenuta in provincia di Catania, sia su Facebook sia su Istagram, è stato preso d’assalto con improperi di ogni tipo, tanto che la ragazza, coetanea dell’altra, ha dovuto presentare una denuncia alla polizia, accompagnato da un post in cui scrive: “non sono io la mamma della bambina trovata morta”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo