In tendenza

Botte alla moglie che non vuole soddisfare le sue richieste sessuali: in manette a Paternò

La donna ha raccontato di essere stata aggredita nella loro casa. Fuggita dall'abitazione, sarebbe stata raggiunta per strada dal marito che avrebbe continuato con le percosse

Una lite in strada tra marito e moglie perché lei non voleva soddisfare le sue richieste di intimità, hanno fatto scattare l’intervento di una pattuglia di militari della guardia di finanza. E così l’uomo, un 44enne di Paternò, è stato arrestato in flagranza per maltrattamenti e minacce.

Sedati gli animi i militari hanno appurato al termine della confessione della donna spaventata e in evidente stato confusionale, che denunciava di essere stata aggredita e minacciata dal marito. Portata immediatamente al pronto soccorso dell’ospedale i medici hanno riscontrato segni delle violenze sul corpo della vittima. In caserma la donna ha raccontato di essere stata aggredita nella loro casa. Fuggita dall’abitazione, sarebbe stata raggiunta per strada dal marito che avrebbe continuato con le percosse.

Anche in passato l’uomo avrebbe avuto comportamenti violenti, circostanze che avrebbero indotto la donna ad allontanarsi per qualche tempo dal paese con la figlioletta di pochi mesi. Vicende già al centro di un altro procedimento penale a suo carico, ancora in fase di indagini preliminari, per maltrattamento, violenza sessuale, e induzione alla prostituzione al tribunale etneo.

L’uomo è stato fermato e successivamente condotto in carcere su ordinanza del gip del tribunale di Catania e recluso nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina).


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo