In tendenza

Bronte, approvato il bilancio di previsione 2022, fra i primi comuni in Sicilia

Il Consiglio comunale ha approvato a maggioranza lo strumento economico finanziario dell’Ente in largo anticipo rispetto alla consuetudine

La Città del pistacchio fra i primi Comuni della Sicilia ad avere il bilancio di previsione 2022.

Il Consiglio comunale, presieduto dal dott. Aldo Catania, infatti, ha approvato a maggioranza lo strumento economico finanziario dell’Ente in largo anticipo rispetto alla consuetudine.

Un record che per il sindaco Pino Firrarello poteva anche essere migliorato: “È vero! Siamo fra i primi – infatti afferma –. Ma non siamo stati così solerti come speravo. Un bilancio di previsione dovrebbe essere approvato a cavallo fra dicembre e gennaio di ogni anno. Ed il fatto che gli altri lo approvano in gran ritardo non può essere un’attenuante. In verità se alcuni processi forzati non ci avessero rallentato avremmo pure anticipato ulteriormente i tempi. La decisone per esempio di aumentare da 24 a 30 le ore di lavoro dei contrattisti ha costretto i revisori dei conti a giuste riflessioni. Intanto ci godiamo questo traguardo, per il 2023 faremo il possibile per anticipare ancora”.

E per Firrarello questo bilancio programma l’attività del Comune non solo per il 2022, ma anche per gli anni futuri. “Abbiamo inserito tutta la programmazione del Pnrr, ma anche tutti gli altri finanziamenti richiesti ed ottenuti. I cittadini devono sapere che abbiamo presentato progetti per circa 60 milioni di euro. 10 milioni sono già arrivati e vi assicuro che presto altri ne arriveranno ancora. Ringrazio il segretario comunale, il ragioniere capo, i capi area e gli uffici. Non esagero quando sostengo che abbiamo programmato lo sviluppo della Cittadina per i prossimi 50 anni, e credetemi non è un azzardo. Solo oggi, dopo 40 anni di lotte e battaglie in tutte le sedi, si lavora per completare le Ss 284 e se pensate che a breve ricominceranno anche i lavori di ammodernamento dell’ospedale finanziati nel 2008, quando Giuseppe Castiglione era vice presidente della Regione, vi rendete conto quanto sia necessario avere lungimiranza e programmare interventi in tempo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo