In tendenza

Calcio a 5, la Meta Catania Bricocity sbatte su Weber e sei legni: addio Final Eight

Una beffa cocente per la Meta Catania Bricocity con un'eliminazione che brucia parecchio per le tante occasioni sprecate

Impossibile decifrare la sconfitta della Meta Catania Bricocity. Impossibile, in maniera cervellotica andare a racchiudere sfortuna, legni, super parate di Weber e disattenzioni punite al minimo errore. Brucia tanto, un dispiacere enorme soprattutto per come i rossazzurri hanno condotto il match e un’eliminazione e un addio alla Final Eight di Coppa Italia veramente inspiegabile.

Dinamiche della gara che parlano di una partita vissuta dal primo al all’ultimo minuto a grande intensità soprattutto per merito della Meta Catania. Andata in vantaggio nel primo tempo con Rossetti, sfortunata nell’aver colto tre pali clamorosi con Weber nettamente battuto e raggiunta da un diagonale di Wilde che grida vendetta. Rossazzurri però voraci e bramosi con Carmelo Musumeci ispirato e mattatore ed autore del gol del nuovo vantaggio che chiudeva il primo tempo. Nella ripresa subito l’espulsione di Neto ma la Meta Catania Bricocity non riusciva a sfruttare la superiorità numerica o meglio Weber si superava in almeno due occasioni. Dal gol del possibile 3-1 al 2-2 con il tiro di Santos strozzato che trovava l’infortunio di Dovara per la rete del pareggio. La Meta Catania Bricocity non mollava e pressava ancora ma prima veniva fermata ancora da Weber su Suton, poi ancora palo clamoroso di Venancio, ma trovava il tris con la doppietta di Rossetti.

Un vantaggio a cinque dal termine che sembrava determinante, ma la difesa rossazzurra si addormentava lasciando tutto solo Pulvirenti a siglare il clamoroso 3-3. Samperi spingeva i suoi al massimo sforzo, ma ancora una carambola clamorosa vedeva il vantaggio assurdo di Matera con l’autorete che condannava la Meta Catania Bricocity. L’assalto finale era tutto cuore e coraggio, ma ancora Weber e ancora un palo clamoroso a due secondi dalla fine non permettevano ai rossazzurri di strappare i supplementari. Una beffa cocente per la Meta Catania Bricocity con un’eliminazione che brucia parecchio per le tante occasioni sprecate e la fortuna che oggi ha girato le spalle a Musumeci e compagni per diventare la compagna della Cmb Signor Prestito Matera.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo