In tendenza

Calcio Catania: per la Procura “dolo” nel fallimento di Torre del Grifo

Emessi sei avvisi di fine indagine per gli amministratori della detta società che si sono susseguiti nel tempo sino al fallimento

Ci fu dolo nella gestione della mega struttura sportiva di “Torre del Grifo”, gestita dalla “Calcio Catania servizi srl”: è quanto contesta la procura di Catania che, ieri, ha emesso sei avvisi di fine indagine per gli amministratori della detta società che si sono susseguiti nel tempo sino al fallimento.

Sono Pietro Lo Monaco, ex massimo responsabile della Catania calcio, Giuseppe Franchina (ex della Calcio Servizi e attuale dirigente Catania SSD), Giovanni Luca Astorina, Antonio Carbone, Giuseppe Di Natale, Alessandro Gabriele Failla che, secondo la procura, devono rispondere di vari reati tra cui la bancarotta fraudolenta. Per il sostituto procuratore della Repubblica Fabio Regolo gli amministratori della “calcio Catania servizi” avrebbero dissipato il patrimonio della ‘Torre del Grifo” per pagare debiti della Calcio Catania spa ‘distraendo o comunque dissipando’ risorse per quasi due milioni di euro.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo