In tendenza

Caltagirone, reiterate violazioni alla misura cautelare: si aggrava la pena

Il provvedimento disposto aggrava la misura cautelare dell’obbligo di dimora alla quale l'uomo era già sottoposto

Nella serata del 23 dicembre, personale del Commissariato di Caltagirone ha eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di  Caltagirone nei confronti di Fabio Erasmo Magrì, cl. 1969. Il provvedimento disposto aggrava la misura cautelare dell’obbligo di dimora alla quale Magrì era già sottoposto.

Tale misura era stata inflitta a seguito del suo arresto avvenuto il 24 novembre 2019, in ordine al reato di resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale. In particolare, Magrì nella tarda serata del 24 novembre, a causa del suo stato di ebbrezza, nei pressi di un noto pub di Caltagirone sferrava calci alle auto in sosta, intralciando il transito dei veicoli e proferendo  minacce di morte ai giovani avventori dell’esercizio commerciale.

Prontamente, sul posto intervenivano auto delle Forze dell’Ordine, nei cui  confronti il Magrì si avventava, colpendoli con calci e pugni, seguitando con minacce di morte.

Alcuni giorni dopo, il Gip del Tribunale di Caltagirone disponeva nei suoi confronti la misura Cautelare dell’obbligo di dimora  nel comune di Caltagirone, con la prescrizione di non uscire dalla propria abitazione dalle 20 alle 7 successive. Tale misura non sortiva gli effetti sperati difatti, il 26 novembre, in evidente stato di ebbrezza, creava panico tra gli avventori presenti all’interno di una rivendita di tabacchi.

Il successivo 15 dicembre, veniva intercettato da una Volante del Commissariato, mentre percorreva senza meta, in preda ai fumi dell’alcool, una via del centro, violando l’obbligo di non uscire dalla sua abitazione oltre le 20.

Ritenuti tali comportamenti sintomatici della sua assoluta indifferenza e refrattarietà alle prescrizioni connesse alla misura cautelare impostagli, il Tribunale calatino ha emesso l’Ordinanza ulteriormente restrittiva, eseguita dai poliziotti del Commissariato di Caltagirone.

Dopo le formalità di rito, il Magrì è stato collocato in regime di arresti  domiciliari presso la propria abitazione.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo