In tendenza

Catania, aggressione al direttore di gara durante una partita di calcio dilettante: Daspo per 3 giocatori

In seguito a una decisione del direttore di gara, contraria alla propria squadra, i tre lo hanno accerchiato e aggredito con pugni e schiaffi

Il Questore di Catania, al termine dell’istruttoria curata dalla Divisione Anticrimine, ha emesso altre tre misure di prevenzione del D.A.Spo di cui alla Legge n. 401/89 e successive modifiche, relative all’aggressione dell’arbitro da parte di tre giocatori durante una partita di calcio dilettante, valevole per il campionato F.I.G.C. di 3^ Categoria.

Questa volta la violenta aggressione ha riguardato il Direttore di gara dell’incontro di calcio “Catania 1980 – NBI Misterbianco”, disputatosi la sera del 30 aprile 2022, al campo sportivo “Salvatore Seminara” di Catania.

In particolare, i provvedimenti sono stati emessi nei confronti di 3 giocatori appartenenti alla squadra Polisportiva Catania 1980, dei quali uno minore di 18 anni, i quali, a seguito di una decisione presa dal direttore di gara contraria alla propria squadra, hanno accerchiato e aggredito quest’ultimo, colpendolo con pugni e schiaffi con una violenza tale da costringerlo, per sottrarsi all’aggressione, a rifugiarsi all’interno degli spogliatoi. Solo dopo l’intervento di più Volanti della Polizia di Stato, che hanno portato la situazione alla normalità, l’aggredito ha potuto recarsi al Pronto Soccorso più vicino per le cure sanitarie.

I provvedimenti sono stati emessi per la durata di un anno nei confronti del minore, mentre per gli altri 2 giocatori della Polisportiva Catania 1980, un 31enne e un 30enne, i D.A.Spo avranno durata di 4 anni.

I tre giocatori, per tutta la durata dei provvedimenti, oltre a non potere entrare più in uno stadio per assistere a qualsiasi partita di calcio pubblica, non potranno più partecipare agli allenamenti e ai ritiri della squadra di calcio “Pol. Catania 1980”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo