In tendenza

Catania, Asec e Asec Trade, Cisl: “preoccupati per il futuro, le parti si confrontino”

Attanasio e Coco: "Garantire lavoratori e servizio agli utenti, lontano da diatribe interne"

Siamo fortemente preoccupati per il futuro delle società partecipate di Asec e Asec Trade dopo le dichiarazioni di questi giorni fatte alla stampa dalla presidente del consiglio di amministrazione Asec, Francesca Garigliano“.

Lo affermano Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl Catania, e Giuseppe Coco, segretario generale della Femca Cisl etnea.

Il nostro interesse – aggiungono – è garantire i lavoratori e i cittadini che usufruiscono del servizio e la buona conduzione delle società, senza schieramenti di appoggio a una delle parti in causa di questa diatriba venutasi a creare tra presidente, direttore e amministrazione comunale”.

Da tempo chiediamo che sulle due aziende Asec Spa e Asec Trade si apra un confronto con l’Amministrazione Comunale – sottolineano Attanasio e Coco – per definire alcune questioni legate alla gestione del personale, nella fattispecie quella di Asec trade che, ricordiamo, è già stata considerata alienata dal comune di Catania, su cui l’eventuale vendita della società dovrebbe garantire l’occupazione di tutto il personale in atto occupato”.

I segretari generali della Cisl e della Femca Cisl provinciali concludono con la richiesta di “un immediato confronto con le parti, affinché venga chiarita la questione legata al futuro occupazionale dei circa 15 dipendenti invitando tutte le parti interessate, Amministrazione e Presidenza a dedicarsi con attenzione all’imminente gara d’ambito per migliorare le reti e offrire un più efficiente servizio ai cittadini e per garantire il futuro lavorativo ai lavoratori dipendenti“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo