In tendenza

Catania, aveva aggredito la ex moglie: deve scontare 2 anni e 2 mesi ai domiciliari

L’uomo rintracciato nella propria abitazione, dopo gli adempimenti di rito, è stato posto in stato di detenzione domiciliare, essendo stato ammesso al beneficio della misura alternativa e potendo così scontare il residuo della pena a cui è stato condannato ristretto nel proprio domicilio

Nella giornata di sabato 5 maggio, personale del Commissariato Librino, ha dato esecuzione al provvedimento di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali, nei confronti di un uomo, condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione per lesioni personali aggravate e minaccia aggravata, commessi a Catania il 25 e 26 ottobre 2016, nei confronti della coniuge separata.

L’uomo rintracciato nella propria abitazione, dopo gli adempimenti di rito, è stato posto in stato di detenzione domiciliare, essendo stato ammesso al beneficio della misura alternativa e potendo così scontare il residuo della pena a cui è stato condannato ristretto nel proprio domicilio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo