In tendenza

Catania, controlli anticovid: ordinanza di chiusura e sanzioni per due locali

In entrambi i locali si permetteva la consumazione di alimenti e bevande nelle immediate vicinanze

Continua senza sosta il lavoro dei poliziotti della Questura di Catania impegnati in mirati servizi volti a garantire il rispetto delle normative anticovid.

Lo scorso 6 maggio, il personale della Divisione Amministrativa e Sociale della questura di Catania, durante l’espletamento dei servizi predisposti dal Questore di Catania volti al contenimento della diffusione del covid19, ha effettuato un controllo in un’associazione nei pressi del Castello Ursino.

Nell’immediatezza è stata riscontrata e contestata la violazione alla normativa covid19 per un totale di 400 euro e l’applicazione della sanzione accessoria della chiusura per 5 giorni, poiché si permetteva la consumazione di alimenti e bevande nelle immediate vicinanze.

Successivamente, a seguito di accertamenti sulla regolare gestione dell’associazione, in particolare, sui locali destinati all’attività di somministrazione, ieri, è stato elevato un ulteriore verbale di illecito amministrativo in quanto, nel locale indicato nella piantina planimetrica della Dia sanitaria come spogliatoio, era stata abusivamente (in assenza di Scia – Segnalazione certificata di inizio attività) approntata una “buvette” per la preparazione di bevande alcoliche e superalcoliche che venivano somministrate al pubblico attraverso una finestra che sporgeva direttamente sulla pubblica via (attività c.d. chiosco a bottega), anche in violazione della specifica normativa di settore che consente la somministrazione solo ai propri soci.

Nella giornata di ieri, il personale ha anche controllato un chiosco a San Pietro Clarenza dove, anche lì, è stata riscontrata e contestata la violazione alla normativa covid19 per un totale di euro 400 e l’applicazione della sanzione accessoria della chiusura per 5 giorni, poiché si permetteva la consumazione di alimenti e bevande sul posto e nelle adiacenze.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo