In tendenza

Catania, Daspo per 16 tifosi: lancio di petardi e fumogeni in occasione della trasferta di Trapani

Per otto supporters il Daspo collettivo è di 5 anni, a eccezione di due soggetti, recidivi, per i quali la durata del provvedimento è stata elevata, rispettivamente, a sette ed otto anni. Gli altri otto supporters, le cui singole condotte violente sono state specificatamente circoscritte e documentate, sono stati colpiti da Daspo individuali

Il Questore di Palermo, Renato Cortese, ha emesso 16 Daspo, “Divieti di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive” nei confronti di un gruppo di supporters catanesi che nel dicembre scorso, in occasione dell’incontro tra Trapani e Catania, si sono resi autori di disordini con il lancio di petardi e fumogeni.

Nello specifico, così come riporta La Sicilia.it,  i tifosi etnei rossoblu giunti avevano dato vita a disordini in tre diversi episodi: all’altezza della rotonda di via Oreto, dove hanno rallentato la circolazione stradale, all’altezza del sottopassaggio di via Pitrè, dove si è arrivati al primo scontro con le Forze dell’Ordine, a seguito di una vera e propria guerriglia urbana con l’utilizzo di bastoni e petardi, infine nei pressi dello svincolo di via Belgio, con analoghe modalità rispetto a via Pitrè.

Per otto supporters il Daspo collettivo è di 5 anni, a eccezione di due soggetti, recidivi, per i quali la durata del provvedimento è stata elevata, rispettivamente, a sette ed otto anni. Gli altri otto supporters, le cui singole condotte violente sono state specificatamente circoscritte e documentate, sono stati colpiti da Daspo individuali.

I tifosi sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e altri reati, aggravati in quanto commessi da più di 10 persone travisate, alcune delle quali armate.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo