In tendenza

Catania, operato il caposquadra dei Vigili del fuoco ferito alla testa nell’esplosione di via Garibaldi

L'intervento, iniziato alle 11, si è concluso un quarto d'ora prima delle 13. Il Vigile del fuoco ha superato l'operazione chirurgica che ha avuto un normale decorso post-operatorio

Marcello Tavormina, il caposquadra rimasto ferito martedì sera nell’esplosione che a Catania ha provocato tre morti, è stato operato alla testa a causa del postumi del trauma di quella sera. Aveva subito una frattura avvallata della teca cranica a livello dell’osso parietale di destra con lacerazione della meninge: per questa ragione l’equipe dei neurochirurghi lo ha sottoposto a una “craniotomia parietale destra, riparazione della meninge e riduzione della frattura“.

L’intervento, iniziato alle 11, si è concluso un quarto d’ora prima delle 13. Il Vigile del fuoco ha superato l’operazione chirurgica che ha avuto un normale decorso post-operatorio. Stabili le condizioni del collega Giuseppe Cannavò, interessato da un trauma polmonare. Nei prossimi giorni – spiegano dall’ospedale – verrà nuovamente sottoposto ai trattamenti endoscopici di “toilette” polmonare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo