In tendenza

Catania ricopre il settimo posto in Italia per quantità di start up

È quanto emerso stamattina nel corso della cerimonia di apertura della seconda fase di Start Cup Catania 2021, ospitata negli spazi di Free Mind Foundry l’Innovation hub per le start up promosso dall’ingegnere Simone Massaro

Catania ricopre il settimo posto in Italia per quantità di start up. Alle sue spalle, per il portale Start up blink, grandi realtà come Napoli, Trento e Cagliari, mentre il podio è occupato da Milano, Roma e Torino. La città etnea si conferma, dunque, un ecosistema favorevole alla nascita di imprese innovative e l’Università di Catania è uno dei suoi attori principali.

È quanto emerso stamattina nel corso della cerimonia di apertura della seconda fase di Start Cup Catania 2021, ospitata negli spazi di Free Mind Foundry l’Innovation hub per le start up promosso dall’ingegnere Simone Massaro.

La Start Cup Catania è una business plan competition organizzata dall’Università di Catania, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Catania.
Sette i team in gara che, nella seconda fase che si concluderà a metà ottobre, si contenderanno i tre premi messi in palio dagli sponsor.

Il Comitato tecnico-scientifico, infatti, a metà ottobre, si riunirà nuovamente per procedere alla valutazione dei business plan presentati e individuare le migliori tre idee che approderanno alla fase regionale in programma a Palermo nella sede di Unicredit.

“Competizioni come questa – spiega il professore Rosario Faraci dell’Università di Catania, delegato del rettore aIl’Incubatore di Ateneo, Start-up e Spin-off e presidente del Comitato tecnico-scientifico della Start Cup Catania 2021 – danno un contributo significativo allo sviluppo del tessuto economico cittadino e aumentano il dinamismo e la voglia di mettersi in gioco facendo impresa”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo