In tendenza

Catania, trasportavano ed esplodevano più fuochi d’artificio rispetto a quanto autorizzato: due indagati

Il materiale esplodente in eccesso a quello autorizzato, illecitamente trasportato, veniva opportunamente posto sotto sequestro e consegnato immediatamente al personale del Nucleo Artificieri, fatto intervenire sul posto

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà due uomini per accensione pericolosa senza licenza di fuochi d’artificio. Ieri, durante i festeggiamenti di San Giovanni Battista, tenuti in località San Giovanni Galermo, personale del Commissariato di Nesima, a seguito di puntuali verifiche, appurava che il titolare della ditta di fuochi d’artificio, trasportava e poi esplodeva un numero di fuochi di artificio superiori a quelli preventivamente autorizzati con licenza del Questore di Catania, per tale motivo, veniva deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria competente.

Nella medesima circostanza, i predetti reati venivano anche contestati al fuochino e ad un aiutante. Il materiale esplodente in eccesso a quello autorizzato, illecitamente trasportato, veniva opportunamente posto sotto sequestro e consegnato immediatamente al personale del Nucleo Artificieri, fatto intervenire sul posto.

La posizione del titolare dell’impresa e del fuochino, entrambi titolari di licenza di pubblica sicurezza, sarà oggetto di ulteriori approfondimenti da parte della Divisione Polizia Amministrativa della Questura.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo