In tendenza

Con il Teatro Stabile Mascalucia Mario Re, torna a vivere “Napoli Milionaria” di Eduardo De Filippo, commedia manifesto contro la guerra

Una commedia spartiacque che inaugura il secondo momento della drammaturgia di Eduardo De Filippo, consegnandolo per sempre alla storia

Ritorna in scena la Compagnia del Teatro Stabile Mascalucia Mario Re  con “Napoli Milionaria”, commedia spartiacque che inaugura il secondo momento della drammaturgia di Eduardo De Filippo, consegnandolo per sempre alla storia.

Doppio appuntamento sabato 12 febbraio  alle 18 e alle 21, e domenica 13 febbraio alle 18 che sul palco dello Stabile Mario Re, vedrà, per la regia di Rita Re, direttore artistico della Compagnia, e Andrea Zappalà, la denuncia umana, spirituale e morale di De Filippo contro la guerra, per uno spettacolo di estrema attualità.

“Abbiamo scelto di mettere in scena “Napoli milionaria”– dichiara Rita Re -, perchè è un testo che racconta l’anima di Napoli, colpendo al cuore però l’umanità intera che oggi è ancora più smarrita di allora”.

Un cast di ben 19 attori capitanato da Rita Re, Andrea Zappalà e Andrea Luca con Mario Rocca, Cettina Poma, Giovanni Pulvirenti, Fabiano Casella, David Marchese, Sara Caruso, Francesco Buccheri, Marzia Bisicchia, Luisa Fisichella, Davide Pulvirenti, Flavio Palmeri, Sofia Milazzotto, Giulia Vampa, Massimo Missiato, Rubens Panarello e Costanza Scalisi. Un commedia sulle deleterie conseguenze della guerra, la crisi della famiglia, lo sgretolamento dei valori e la scomparsa della figura guida del padre.

“Siamo felici di poter ritornare in scena da quel 9 marzo 2020, da quello stop forzato, e pian piano stiamo cercando di risalire da quella voragine, di guardare oltre il precipizio in cui ci siamo trovati e da cui stiamo provando ad allontanarci e ritornare a quella normalità agognata – aggiunge Rita Re -, che possiamo ottenere solo con il pubblico in sala che è per noi la mano tesa a cui aggrapparci per tornare a vivere”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo