In tendenza

Dino Giarrusso lascia il Movimento 5 Stelle: “fonderò un nuovo partito” |Conte duro contro Dino Giarrusso: "lascia il M5S? Chiedeva poltrone. Ora sia coerente e si dimetta"

Da mesi Giarrusso è molto critico verso il M5S e sulla leadership di Giuseppe Conte, tanto da chiedere più volte di uscire dal governo Draghi

Dino Giarrusso, l’ex Iena e attuale europarlamentare, ha deciso di lasciare il Movimento 5 Stelle e di fondare un suo partito. L’ha annunciato lo stesso eurodeputato durante la trasmissione Coffee Break su La7. Da mesi Giarrusso è molto critico verso il M5S e sulla leadership di Giuseppe Conte, tanto da chiedere più volte di uscire dal governo Draghi.

L’ex Iena si era più volte proposto come candidato alle primarie per ambire al ruolo di presidente della Regione ma all’interno del partito non era il volto preferito e le faide interne erano quasi all’Ordine del giorno, in particolare con Giancarlo Cancelleri, sottosegretario e per due volte candidato governatore. Adesso Giarrusso potrebbe decidere, col proprio partito, di sparigliare le carte e candidarsi alla presidenza della Regione nelle elezioni previste in autunno.

“Già so la delusione di tantissime persone che mi scrivono e mi chiedono di non mollare e so che farò la gioia di tanti che nel movimento mi hanno sempre combattuto – ha specificato –  “Fonderò un nuovo movimento, non solo con i fuoriusciti dal M5S ma anche con tutti quelli che sono scontenti, soprattutto al Sud”. E in questi anni i fuoriusciti dal Movimento non sono pochi.

Catanese, classe 1974, Giarrusso è stato sceneggiatore e personaggio televisivo, prima di lanciarsi nella politica. Si è candidato alle elezioni politiche italiane nel 2018, con il Movimento 5 Stelle. Non è stato eletto alla Camera nel collegio uninominale 10 di Roma, pur ottenendo un terzo delle preferenze (27.09%). Dopo essere stato capo della comunicazione del gruppo consiliare del M5S della Regione Lazio, nell’aprile 2019 ha partecipato alle “europarlamentarie” del M5S per la circoscrizione Italia insulare ottenendo 2.491 voti e risultando il più votato fra i candidati non europarlamentari uscenti. È stato eletto eurodeputato.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo