In tendenza

Giarre, difficoltà nel conferimento dell’indifferenziata: l’appello del sindaco D’Anna

L'impianto di Lentini ha affermato di non poter ricevere e lavorare più di mille tonnellate, cosa che impedirà a Giarre così come in tutti i comuni della Sicilia orientale

Continua la difficoltà per il Comune di Giarre, così come per i circa 155 comuni delle provincie di Catania, Messina e Siracusa, di conferimento in discarica dei rifiuti indifferenziati.

Infatti, pur se in presenza di apposita ordinanza regionale di proroga per ulteriore due mesi dell’impianto individuato per il conferimento dell’indifferenziato, la ditta Sicula Trasporti, gestore della discarica, ha comunicato di poter ricevere e lavorare un quantitativo di rifiuti pari a 1000 tonnellate con limitazioni per quantitativi giornalieri in ingresso da parte di ogni Comune al raggiungimento di tale quota.

Tutto ciò sta provocando anche nella città di Giarre difficoltà nelle raccolta dell’indifferenziato e l’impossibilità di poter provvedere alla totale raccolta sul territorio comunale al  raggiungimento del quantitativo consentito.

Per fronteggiare tale situazione di emergenza il Sindaco Angelo D’Anna “fa appello a tutta la cittadinanza ad effettuare in maniera scrupolosa la raccolta differenziata di umido, plastica carta e vetro così da ridurre al minimo la produzione di indifferenziato che potrebbe non essere ritirato nel giorno stabilito da calendario a seguito di quanto sopra già esposto”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo