In tendenza

Gravina di Catania, in due rubano uno scooter: uno finisce in manette

Un poliziotto ha notato due individui: l’uno intento a spingere uno scooter Honda SH e l’altro a seguirlo con un portadocumenti in mano

I Carabinieri della tenenza di Mascalucia, assieme a un agente della Polizia di Stato libero dal servizio, nella flagranza di reato, hanno arrestato un 36enne pregiudicato catanese perché responsabile di furto aggravato.

Nella nottata il poliziotto in servizio alla Polfer di Genova, mentre transitava lungo la via Giuseppe Simili del comune di Gravina di Catania, aveva notato due individui l’uno intento a spingere uno scooter Honda SH e l’altro a seguirlo con un portadocumenti in mano.

Insospettitosi, intuendo la verosimile provenienza furtiva del veicolo, ha chiesto ai due i documenti d’identità per procedere alla loro identificazione ma, manco a dirlo, i due si sono dati alla fuga.

L’agente, chiedendo ausilio al 112, ha rincorso e bloccato l’uomo che spingeva il motociclo, mentre il suo complice era invece riuscito a far perdere le proprie tracce.

All’arrivo dei militari è stato accertato che il fermato, che continuava a negare ogni addebito, annoverava un gran numero di precedenti penali, nonché era sottoposto alla libertà vigilata. Lo scooter invece, rintracciatone il legittimo proprietario, era effettivamente stato rubato pocoprima proprio nei pressi del luogo dell’arresto.

L’uomo è stato così posto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo