In tendenza

I salentini Kalàscima a Catania per il Marranzano World Fest

Tra pizzica, funk, neobalkan e rap, il sound di Kalàscima è una mezcla di suoni e linguaggi che ha il sapore di liberazione

Parte dalla Sicilia il nuovo show dei salentini Kalàscima, che dopo la data di Palermo, venerdì 24 giugno approdano a Catania per Marranzano World Fest, negli spazi del Monastero dei Benedettini.

Tra pizzica, funk, neobalkan e rap, il sound di Kalàscima è una mezcla di suoni e linguaggi che ha il sapore di liberazione.

Sul palco del Marranzano World Fest la band presenterà anche il nuovo singolo, appena uscito, “Bombimbò”: un’esplosione di suoni, un incontro scomposto e gioioso di codici, musica fatta per ballare, godere del tempo e dello spazio ritrovati per stare insieme dopo la distanza imposta dalla pandemia, musica che parla la lingua comune dello stare al mondo, nata dal profondo Sud ma con un’anima internazionale, fatta per superare inutili steccati, abbattere muri, azzittire le bombe, innescare buone vibrazioni.

“Bombimbò” è il brano sognato per l’estate, scritto nei mesi più difficili della pandemia, che ha il sapore di mare e liberazione. È il pezzo che inaugura un nuovo corso per i Kalàscima, la band salentina che si è fatta apprezzare in tutta Europa e oltre per l’inconfondibile mix di ritmi di ispirazione popolare, psichedelia ed elettronica all’insegna della sperimentazione.

Bombimbò nasce dall’esigenza di presentare un concetto contemporaneo di pizzica, libera dai canoni classici della tarantella, che si apre all’incontro con altri stili musicali. Il brano racconta di ritmi e andamenti antichi e tipici del basso Salento che si mescolano con il funk e sostengono melodie di matrice neobalcanica.

Il canto protende verso un approccio attuale, moderno, aprendo le porte al rap e lasciando intravedere le infinite possibilità e la grande potenza che questo linguaggio contiene.
Bombimbò sviluppa con consapevolezza il codice della musica popolare, attualizza il linguaggio e reinventa il rituale conservando l’antico obiettivo di curare lo spirito di chi danza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo