In tendenza

I volontari della Misericordia di Trecastagni, dopo lo sfratto, tornano nella sede di via Benedetto Croce

Erano stati sfrattati nel mese di ottobre 2020 a seguito di un provvedimento dei Commissari Straordinari che gestivano il comune etneo

Una giornata di festa, quella di domenica scorsa, per i volontari della Misericordia di Trecastagni che in occasione del trentatreesimo anniversario di fondazione dell’associazione hanno potuto fare rientro all’interno della sede di via Benedetto Croce – di proprietà del comune – dalla quale erano stati sfrattati nel mese di ottobre 2020 a seguito di un provvedimento dei Commissari Straordinari che gestivano il comune etneo.

“Rientrare nella nostra sede dopo questa lunga lontananza – ha detto il Governatore Salvo Romeo  – rappresenta un momento di gioia per tutti noi e per i confratelli che in questo biennio non hanno perso la speranza e fiducia di poter varcare nuovamente la soglia di questo edificio. Ringrazio tutti, dal sindaco e la sua Giunta, al presidente del Comitato Provinciale Alfredo Distefano che ha sostenuto le nostre vicissitudini e anche i volontari miei confratelli, che affrontando mille difficoltà, hanno continuato a donare il loro servizio con grande forza”.

Tra i presenti, oltre al sindaco Messina a diversi rappresentanti dell’amministrazione ed a tanti volontari, anche il consigliere del collegio dei Saggi di Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, Annalisa Schillaci. “Sono qui anche in rappresentanza di Confederazione e per portare i saluti del presidente nazionale Domenico Giani – ha detto Schillaci – Oggi è un momento importante non solo per Trecastagni ma anche per tutto il Movimento giallo-ciano del catanese, perché le istituzioni riconoscono nella locale Misericordia il valore sociale dell’operato dei volontari e la necessità di un posto fisico dove poter svolgere le proprie attività”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo