In tendenza

Misterbianco, rischio incendi: emanata ordinanza per la pulizia dei terreni incolti

Il provvedimento prevede che i proprietari dei terreni provvedano alla pulizia da qualunque materiale di qualsiasi natura possa essere fonte di incendio

Il sindaco Marco Corsaro, con ordinanza n. 8 del corrente mese di maggio, al fine di prevenire il pericolo di incendi nel corso dell’estate ha vietato nei fondi o nelle immediate adiacenze di accendere fuochi di ogni genere o usare fornelli o inceneritori che producano faville o brace o compiere ogni operazione che possa creare comunque pericolo immediato di incendio ivi compreso l’uso di articoli pirotecnici.

Il provvedimento prevede che i proprietari di terreni ricadenti all’interno del territorio comunale, compreso il centro abitato, dovranno provvedere entro il prossimo 15 giugno al decespugliamento ed asportazione delle sterpaglie, rovi, fieno, rami e vegetazione secca in genere, rifiuti o qualunque materiale di qualsiasi natura possa essere fonte di incendio oltre ad effettuare in prossimità di fabbricati, strade pubbliche e private, ferrovie e lungo i confini del fondo una fascia parafuoco.

L’Amministrazione comunale ha introdotto un’importante innovazione: per ciascun cittadino sarà possibile segnalare, attraverso il sito istituzionale del Comune, i terreni incolti dove si riscontra un potenziale rischio incendio. In pochi click sarà possibile compilare un modulo online con tutte le necessarie indicazioni utili.

L’ordinanza prevede altresì sanzioni amministrative per il mancato rispetto delle disposizioni impartite che vanno da un minimo di € 173 ad un massimo di e 694 determinata ai sensi dell’art. 29 del codice della strada. Nel caso di procurato incendio a seguito della esecuzione di azioni e attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco d’incendio durante il periodo dal 15 giugno al 15 ottobre, sarà applicata una sanzione amministrativa da € 1.032,00 ad € 10.329 ai sensi dell’art. 10 della Legge n° 353 del 21/11/2000.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo