In tendenza

Salute pubblica e lavoro sommerso: controlli dei Carabinieri a Caltagirone e Licodia Eubea

Nel complesso i militari hanno elevato sanzioni per oltre 30mila euro

I Carabinieri delle stazioni di Caltagirone e di Licodia Eubea, coadiuvati da quelli del Nucleo Antisofisticazioni e del Nucleo dell’Ispettorato del lavoro di Catania, hanno ispezionato diversi esercizi commerciali e pubblici conseguendo i seguenti risultati:

  • ristorante ubicato a Caltagirone in via Ronco La Rosa, dove sono stati sequestrati 17 Kg di alimenti di origine animale (avicolo, bovino, suino), 7 Kg di legumi e verdure, perché  trovati in cattivo stato di conservazione, con conseguente denuncia all’A.G. del proprietario, nonché contestata una violazione amministrativa relativa alla mancata attuazione delle procedure di autocontrollo alimentare. Nel medesimo contesto i carabinieri del N.I.L. hanno contestato al proprietario: la violazione penale concernente l’installazione di un impianto di video sorveglianza attivato senza la preventiva autorizzazione dell’Ispettorato del Lavoro Provinciale di Catania, nonché l’impiego di 6 lavoratori in nero su 6 presenti, che prevede la sospensione dell’attività lavorativa;
  • esercizio di generi alimentari e gastronomia, ubicato in corso Umberto a Licodia Eubea, dove sono stati sequestrati 20 Kg di alimenti di origine animale (avicolo, bovino, equino) perché trovati in cattivo stato di conservazione, con conseguente denuncia all’A.G. del proprietario, nonché contestata una violazione amministrativa relativa alla mancata attuazione delle procedure di autocontrollo alimentare.

Nel complesso i militari hanno elevato sanzioni per oltre 30mila euro.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo