In tendenza

Sei lavoratori in nero (e due con il reddito di cittadinanza): sanzioni per 40 mila euro ai datori di lavoro

Controllati complessivamente 48 dipendenti, tutti in possesso della prescritta certificazione green pass, in due importanti siti produttivi di prodotti ceramici e in una stazione di servizio con annesso bar

A  seguito del proliferarsi del fenomeno del lavoro nero e dell’ingiusto percepimento del Reddito di cittadinanza, personale del Commissariato di Caltagirone, nella giornata del 18 marzo, ha effettuato dei controlli in due importanti siti produttivi di prodotti ceramici e in una stazione di servizio con annesso bar.

L’attività di controllo, effettuata unitamente a personale dell’Ispettorato del lavoro di Catania e a personale dell’Ufficio Igiene dell’Asp di Catania,  permetteva di rilevare diverse anomalie. Venivano controllati, complessivamente 48 dipendenti, tutti in possesso della prescritta certificazione green pass.

Di questi, 6 persone risultavano lavorare in nero ed inoltre, approfonditi accertamenti,  permettevano di  far emergere che 2 dei lavoratori non in regola percepivano l’assegno mensile del Reddito di Cittadinanza. Venivano pertanto comminate ai datori di lavoro sanzioni amministrative per un ammontare di circa 40.000 euro e diverse violazioni in materia di normativa sulla sicurezza sul lavoro e sulla salubrità degli stessi.

Il commissariato di Caltagirone, d’intesa con i predetti Uffici Provinciali, continuerà nell’attività di controllo al fine di far emergere ulteriori anomalie nelle attività produttive e tentare, così, di arginare il fenomeno del lavoro nero.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo