In tendenza

Spettanze arretrate dei dipendenti: il ministero dell’Interno, dopo le pressioni del M5S, risponde al comune di Catania

"Il comune di Catania sciolga, una volta per tutte, dopo 4 anni circa, il nodo sulle spettanze arretrate 2016, 2017 e 2018 dei dipendenti, finite nella massa passiva"

“Il comune di Catania sciolga, una volta per tutte, dopo 4 anni circa, il nodo sulle spettanze arretrate 2016, 2017 e 2018 dei dipendenti, finite nella massa passiva”. Grazie all’attività ispettiva del consigliere comunale (M5S) Graziano Bonaccorsi, alla costante interlocuzione e alle sollecitazioni presso il Ministero della senatrice Nunzia Catalfo e all’interessamento del deputato Luciano Cantone, il ministero dell’Interno, nel tardo pomeriggio di ieri, ha inviato formale risposta al Comune.

“Riteniamo doveroso e necessario che l’Amministrazione o l’Organo straordinario di liquidazione metta la parola fine a questo rimpallo di responsabilità, liquidando le spettanze ai dipendenti, che da circa 4 anni aspettano senza ragioni valide – si legge in una nota del M5S – Adesso il comune renda pubblica la risposta del Ministero e agisca di conseguenza, senza perdere ulteriore tempo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo