In tendenza

Tra Catania e provincia 183 nuovi positivi. Figliuolo sui vaccini: “a giugno via libera per tutte le classi di età”

Sono 603 i nuovi positivi in Sicilia nelle ultime 24 ore, la stima del commissario covid dopo aver messo in sicurezza Over 80, fragili e Over 65

Sono 603 i nuovi positivi in Sicilia nelle ultime 24 ore su 20.207 tamponi tra rapidi e molecolari analizzati. È quanto emerge dal bollettino giornaliero emesso dal Dipartimento nazionale di Protezione Civile. Sale così a 218.520 il totale dei positivi in Sicilia dall’inizio della pandemia, mentre gli attuali positivi sull’isola sono 19.165. Di questi sono 883 i soggetti ricoverati con sintomi nei vari ospedali siciliani e 124 quelli in terapia intensiva.

I restanti 18.158 casi sono invece in isolamento domiciliare. In crescita il numero dei guariti, 1.454 in più rispetto a ieri per un totale di 193.722 dall’inizio dell’emergenza, mentre purtroppo si registrano altri 19 decessi per un totale di 5.633.

I nuovi positivi sull’isola sono così suddivisi nelle 9 province: Palermo 179, Catania 183, Messina 65, Siracusa 51, Trapani 31, Ragusa 6, Caltanissetta 17, Agrigento 67 ed Enna 4.

“Maggio è un mese di transizione, a giugno dobbiamo aprire le vaccinazioni ad altre fasce d’età e alle aziende – ha affermato il gen. Francesco Paolo Figliuolo, durante la visita all’hub vaccinale di Marghera – Questo mese avremo circa 17 milioni di dosi, siamo con una media di 450 mila dosi somministrate al giorno con punte di oltre 500 mila tra giovedì e venerdì. A giugno dobbiamo aprire ad altre fasce, alle aziende, si faranno test con classi d’età, ‘warm up’ con i medici aziendali per testate la bontà del sistema. Giugno deve essere il mese della svolta per dare la spallata definitiva e lasciarci indietro il periodo peggiore. Dobbiamo arrivare all’immunità di gregge, sono molto confidente che ci arriveremo tempi previsti”.

Per il mese di giugno l’intenzione della struttura commissariale per la vaccinazione è di “dare una sorta di via libera parallela e multipla su tutte le classi di età, e aprire altri hub nelle aziende”, ha aggiunto. Questa programmazione, ha precisato Figliuolo, avverrà “quando avrò la programmazione certa dei vaccini in arrivo a giugno, se è coerente con le mie stime da 20 milioni di dosi in su, e una volta che saranno al sicuro gli Over 80, i fragili e gli Over 65”. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo