In tendenza

Università di Catania, la docente Francesca Longo nel Comitato Scientifico per il futuro dell’Europa

Il Comitato riunisce 35 esperti italiani che coordinano la partecipazione dell’Italia alla Conferenza sul futuro dell’Europa

La docente Francesca Longo, ordinaria di Scienza Politica e Relazioni Internazionali al Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania, è stata nominata componente del “Comitato Scientifico per il futuro dell’Europa” istituito della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero degli Esteri.

Il Comitato riunisce 35 esperti italiani che coordinano la partecipazione dell’Italia alla Conferenza sul futuro dell’Europa e lavorerà di concerto con il Ministero degli Esteri e della cooperazione internazionale e con il sottosegretario di Stato per gli Affari Europei per pianificare e organizzare le attività, le azioni e gli eventi che daranno attuazione alla partecipazione del Paese ai lavori dell’iniziativa lanciata dal Parlamento Europeo, dal Consiglio e dalla Commissione.

La conferenza è finalizzata a creare un dibattito pubblico transnazionale sulle riforme di cui l’Unione Europea necessita per migliorare le sue politiche e le sue risposte alle esigenze dei cittadini e delle cittadine.
La docente, inoltre, nei giorni scorsi, è stata eletta nell’executive committee dell’International Political Science Association.

L’IPSA, fondata a Parigi nel 1949 sotto l’egida dell’Unesco, riunisce le associazioni nazionali di Scienza Politica e ha come obiettivo il progresso delle scienze politiche in tutte le parti del mondo favorendo e promuovendo la collaborazione tra studiosi sia nelle democrazie consolidate, sia in quelle emergenti. Tra gli scopi dell’IPSa anche la creazione di una comunità globale di scienze politiche a cui tutti possano partecipare, non a caso, di recente, ha coinvolto anche gli studiosi dell’Europa orientale e dell’America latina.

La prof.ssa Longo, delegata del rettore al coordinamento del team all’Internazionalizzazione dell’Università di Catania, attualmente riveste anche il ruolo di presidente della Società Italiana di Scienza Politica.

Tra i suoi interessi di ricerca il sistema politico dell’Unione Europea, le politiche italiane ed europee sulla Protezione internazionale e sulla gestione delle migrazioni.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo