In tendenza

A Mascalucia una panchina rossa e una targa contro la violenza sulle donne

Nella targa anche il numero del Supporto Psicologico che, tramite psicologi ben qualificati, cercherà di rispondere alle richieste della comunità

Anche Mascalucia, in provincia di Catania, si unisce alla lotta contro il femminicidio, in occasione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per il 25 novembre.

L’associazione di Promozione Sociale e Culturale “Filoxenia” ha ridipinto di rosso una panchina di piazza Gaetano Consoli apponendo una targa con il numero nazionale antiviolenza 1522, e con il numero del Supporto Psicologico 3922826836 istituito dalla stessa associazione che, tramite psicologi ben qualificati, cercherà di rispondere alle richieste della comunità.

“Bisogna sensibilizzare il più possibile – il sindaco Vincenzo Magra – affinché il termine violenza possa scomparire dalle cronache dei nostri giornali; lodevole l’attività di questi ragazzi, che hanno voluto testimoniare il sostegno delle Istituzioni ai temi sociali, ma dobbiamo e possiamo fare sempre di più e sempre meglio”; intervenuto anche il Consigliere Comunale Gianluca Mazza, “La comunità giovanile – spiega – deve essere in prima linea, soprattutto in questi periodi difficili, e l’Apsc Filoxenia, fin da quando è nata, è riuscita ad essere portavoce dei bisogni psicologici della nostra comunità”.

“Abbiamo reso il sostegno psicologico la mission della nostra associazione – continua la Nicoletta Caruso, vice presidente dell’Apsc Filoxenia – in quanto diventa fondamentale per chi si trova a vivere periodi particolarmenti difficili della vita, e soprattutto, a chi subisce violenza, serve a restituire alla persona il proprio valore, violato dai continui abusi e soprusi”.

“L’associazione pone le fondamenta su tutto ciò che riguarda l’universo psicologico e i bisogni della comunità – spiega il SegretariosMarco Gulino – e fin da subito ci siamo resi disponibili al servizio delle istituzioni; quello di oggi è stato un chiaro segnale per la comunità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo