In tendenza

Catania, 3 euro l’ora per 10 ore di lavoro al giorno: provvedimento di sospensione per un autolavaggio

L’autolavaggio inoltre, non rispettava la normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, creando così un serio e concreto pericolo per l’incolumità fisica degli avventori e degli stessi dipendenti

La Polizia di Stato ha denunciato un uomo per sfruttamento del lavoro.

Il controllo di polizia, effettuato dagli agenti del commissariato Borgo Ognina con la collaborazione della Polizia Scientifica, del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Catania e dell’Ispettorato del Lavoro, ha consentito di mettere in luce la grave situazione di sfruttamento cui erano sottoposti i lavoratori impiegati in un autolavaggio, tutti di nazionalità straniera e ingaggiati senza un regolare contratto di lavoro.

Gli stranieri erano, infatti, costretti a effettuare turni di 10 ore di lavoro, ricevendo un compenso di soli 3 euro l’ora, assolutamente sproporzionato rispetto alla quantità e qualità del lavoro prestato.

Nel corso del controllo emergeva, inoltre, che l’autolavaggio non rispettava la normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, creando così un serio e concreto pericolo per l’incolumità fisica degli avventori e degli stessi dipendenti che si trovavano costretti a lavorare senza aver fatto un corso di formazione e sprovvisti di qualunque dispositivo di protezione individuale per lo svolgimento dell’attività di lavaggista.

Per le sopradescritte infrazioni veniva, altresì, emesso un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo