In tendenza

Catania, Città della Scienza “invasa” da grandi e piccoli per le “Vie dei Tesori”

Tra le attrazioni maggiormente gettonate anche la “palestra” di Fisica allestita al piano terra con il pendolo caotico, il multipendolo, il pendolo di Focault e una simulazione, la “Scala dell’Universo”

Grandi e piccoli hanno “invaso” ieri la Città della Scienza in occasione della quarta edizione dell’iniziativa “Le Vie dei Tesori”. Il museo scientifico di nuova generazione dell’Università di Catania, un luogo dinamico allestito nella struttura di via Simeto, realizzata all’interno dell’ex raffineria di zolfo nell’ottocentesco quartiere delle Ciminiere, ha affascinato i più piccoli con gli exhibit interattivi, video e animazioni in 3D, simulazioni e realtà virtuale.

Tra le attrazioni maggiormente gettonate anche la “palestra” di Fisica allestita al piano terra con il pendolo caotico, il multipendolo, il pendolo di Focault e una simulazione, la “Scala dell’Universo” che illustra i concetti di microcosmo e macrocosmo.

E ancora i visitatori presenti nella struttura museale (che ha registrato il sold out per l’occasione) hanno ammirato gli strumenti antichi di fisica, la collezione del Museo di Scienza della Terra e del Museo di Paleontologia, alcune teche dell’Orto botanico contenenti gli erbari e una collezione di animali del Museo di biologia animale. Sempre nella galleria la mostra “Forze della Natura. Io e…sulla scia di donne che hanno lasciato un segno nella scienza” curata dal Centro Siciliano di Fisica Nucleare e di Struttura della Materia e illustrata dalle ricercatrici dell’ateneo catanese e enti di ricerca.

A guidare i visitatori anche numerosi studenti, ricercatori e docenti dell’ateneo catanese coordinati dalla prof.ssa Alessia Tricomi, delegata alla Terza missione.

Proprio gli studenti (dei dipartimenti di Scienze biologiche, geologiche e ambientali, di Fisica e Astronomia, di Giurisprudenza, di Economia e Impresa, di Matematica e Informatica, di Scienze umanistiche e di Scienze della formazione), nelle vesti di Cicerone, sono stati tra i protagonisti della giornata accompagnando e guidando i piccoli “scienziati” e i visitatori tra le varie gallerie e mostre della Città della Scienza.

“Anche oggi, così come nel weekend scorso con le Giornate Fai di Autunno, abbiamo registrato una risposta decisamente positiva dei visitatori che premia fortemente la sinergia tra le istituzioni, gli enti di ricerca e le associazioni come con il Fai e la Fondazione Le Vie dei Tesori. È indispensabile proseguire su questa strada al fine di valorizzare e rilanciare ulteriormente il patrimonio culturale e scientifico di questa città con ricadute su tutto il territorio” hanno spiegato le delegate al Sistema museale d’ateneo e alla Terza missione, Germana Barone e Alessia Tricomi dell’Università di Catania.

Il prossimo appuntamento con la struttura museale di via Simeto, sempre in occasione delle Vie dei Tesori, è in programma sabato 30 ottobre, dalle 10 alle 17,30.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo