In tendenza

Comune di Caltagirone in dissesto, si insedia l’organismo straordinario

Lo stato di dissesto dell’ente fu dichiarato lo scorso 16 giugno, mentre l’approvazione da parte dell’assise, del conto consuntivo 2020, aveva rilevato un disavanzo tecnico di 63 milioni di euro

Si è insediato al municipio l’Organismo straordinario di liquidazione, nominato, visto lo stato di dissesto del Comune di Caltagirone, con decreto del presidente della Repubblica “per l’amministrazione della gestione e dell’indebitamento pregresso e l’adozione di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti“. A farne parte sono il dirigente di II fascia Salvatore Mallemi, la responsabile di servizio finanziario Maria Di Martino e il commercialista e revisore dei conti Vincenzo Salvatore Albanese.

Lo stato di dissesto dell’ente fu dichiarato dal Consiglio, a maggioranza dei presenti, lo scorso 16 giugno, mentre l’approvazione (10 sì su altrettanti presenti), da parte dell’assise, del conto consuntivo 2020, avvenuta il 12 febbraio di quest’anno, aveva rilevato un disavanzo tecnico di 63 milioni di euro. I componenti dell’Osl hanno incontrato il sindaco Fabio Roccuzzo, che ha messo loro a disposizione l’intera macchina organizzativa dell’Ente “affinché, pur nel rispetto della diversità di attività e funzioni – ha detto il primo cittadino – si persegua un proficuo profilo di collaborazione istituzionale”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo