In tendenza

I progetti del Pnrr di Misterbianco: oltre 5 milioni per la sistemazione di parchi urbani e la rigenerazione di aree degradate

Il Piano indirizza risorse ai diversi Comuni del Catanese aderenti, fra cui Misterbianco a cui vengono assegnati 5 milioni 375mila euro

“Abbiamo rimesso in pista il Comune di Misterbianco e fatto bene i compiti a casa. Oggi arrivano i primi risultati dal Pnrr otteniamo oltre cinque milioni di euro da spendere per il risanamento urbano della nostra città”. Il sindaco Marco Corsaro, rende noto il via libera, da parte del Ministero dell’Interno di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, al Piano Urbano Integrato della Città metropolitana di Catania finanziato nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il Piano indirizza risorse ai diversi Comuni del Catanese aderenti, fra cui Misterbianco a cui vengono assegnati 5 milioni 375mila euro per la sistemazione di parchi urbani e la rigenerazione di aree degradate.

“Dalla zona commerciale ai parchi nei quartieri, fino alla riqualificazione di Campanarazzu e della Cittadella del Carnevale – prosegue il sindaco Corsaro – apriremo cantieri lì dove da anni non si investe un euro, con l’obiettivo di avere infrastrutture funzionali e di recuperare il patrimonio culturale del Comune, cancellando l’abbandono e migliorando la qualità della vita dei misterbianchesi. Desidero ringraziare il vicesindaco Santo Tirendi e il settore Lavori Pubblici del nostro comune per il costante impegno che ci ha portato a raggiungere l’obiettivo. Adesso, in sinergia con Ministero e Città metropolitana lavoreremo adesso per indire celermente le gare d’appalto”.

Nel dettaglio, ecco i progetti che il Comune di Misterbianco attuerà attraverso il Piano urbano integrato: riqualificazione Zona Commerciale, attraverso il recupero di aree verdi, l’abbattimento delle barriere architettoniche, il miglioramento della viabilità e la creazione reti di mobilità ciclo-pedonale, il miglioramento dell’accessibilità e dell’intermodalità delle infrastrutture con la futura stazione della metro; la valorizzazione del Parco archeologico di Campanarazzu e dell’acquedotto greco romano; la ristrutturazione del complesso “Polo Multimediale didattico – Cittadella del carnevale; riqualificazione di parco Kolbe e parco della Zagara.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo