In tendenza

Misterbianco, vandali alla villa di Poggio Croce. Il consigliere Marco Corsaro: “Il sindaco chieda scusa,”

Ignoti si sono introdotti nella villa danneggiando la stele della villa di Poggio Croce

Un simbolo di Misterbianco ieri notte è stato letteralmente abbattuto: la stele della villa di Poggio Croce, in pieno centro città, è stata gravemente danneggiata da ignoti. Fatto che ha destato scalpore, e ha confermato la necessità di dover alzare il livello di controllo e di sicurezza in città.

Il sindaco Nino Di Guardo si è dichiarato indignato per l’accaduto, ma queste sue parole non sono bastate per tenerlo lontano dagli attacchi dell’opposizione che addossano al primo cittadino e all’ammnistrazione le colpe. “Il sindaco vuole far credere alla gente cose che stanno all’opposto della realtà, i fatti documentato l’esatto contrario di quanto afferma la sua propaganda“, dichiara il capogruppo Marco Corsaro.

Abbiamo lanciato una raccolta firme, presentato varie interpellanze e proposto per ben due volte l’aumento delle somme perla videosorveglianza in città – ricorda Corsaro – ma entrambe le volte la maggioranza ha bocciato il progetto. Ci hanno detto che “si stava provvedendo” e invece hanno garantito il nulla. Per questo il sindaco e i suoi sodali nel palazzo devono chiedere scusa, hanno ignorato l’emergenza sicurezza della città – conclude Corsaro – l’amministrazione Di Guardo naviga a vista, senza programmazione e senza rispondere alle vere necessità di Misterbianco“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo