In tendenza

Paternò, condannato per un’estorsione da oltre 20mila euro, deve scontare 6 mesi di pena residua

Nel periodo gennaio-aprile 2014 insieme con altri 5 correi, tra i quali alcuni elementi di spicco della criminalità organizzata, costrinse sotto minaccia e atti intimidatori un imprenditore caseario del posto a consegnargli giornalmente dei quantitativi di latte

I Carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Paternò hanno arrestato il 51enne belpassese Roberto Camarda, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania.

Nel periodo gennaio-aprile 2014 insieme con altri 5 correi, tra i quali alcuni elementi di spicco della criminalità organizzata, costrinse sotto minaccia e atti intimidatori un imprenditore caseario del posto a consegnargli giornalmente dei quantitativi di latte con un danno economico stimato in oltre 20mila euro.

Già condannato dai giudici, dovrà espiare una pena residua equivalente a mesi 6 di reclusione.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo