In tendenza

Penuria idrica a Mascalucia e nell’area pedemontana etnea, il Pd: “Acoset dia risposte immediate”

Al contempo per i democratici l’amministrazione comunale deve necessariamente convocare i vertici Acoset per varare un piano d’emergenza che risulti incisivo sia nel breve e sia nel medio/lungo termine

Sulla penuria idrica che sta caratterizzando l’estate in corso nei comuni serviti da Acoset e che sta creando innumerevoli disagi in tanti comuni etnei, primo fra tutti Mascalucia, l’Unione Provinciale Catania del Partito Democratico, il Pd pedemontano e il Pd di Mascalucia hanno sottoscritto congiuntamente una nota con la quale si chiedono risposte immediate all’Acoset

L’emergenza idrica ha raggiunto livelli intollerabili a Mascalucia. “In piena estate – scrive il Pd – la cittadinanza si trova ad affrontare continui disagi, situazione condivisa anche da altri centri pedemontani etnei. Diverse zone hanno serie difficoltà ad approvvigionare acqua corrente per giorni interi. Altre ad intermittenza, in momenti non meglio precisati della giornata. Acoset deve delle risposte immediate alla cittadinanza mascaluciese. L’azienda come intende affrontare questo stato di emergenza? Quando deciderà di intervenire per riqualificare le condutture che da anni necessitano di interventi mirati?”

Al contempo per i democratici l’amministrazione comunale deve necessariamente convocare i vertici Acoset per varare un piano d’emergenza che risulti incisivo sia nel breve e sia nel medio/lungo termine. “Inoltre – conclude la nota – sarebbe utile avviare un’assemblea pubblica, nelle forme più opportune data l’emergenza pandemica, aperta alla cittadinanza e a tutte le forze che animano a vario titolo la città per avviare un momento di ascolto e di confronto per affrontare l’emergenza, garantire l’erogazione dell’acqua ai cittadini, e per definire un piano che risolva il problema in via definitiva”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo